I Problemi Fiscali - A.N.P.T.ES.
A.N.P.T.ES. Associazione Nazionale per la Tutela degli Espropriati. Oltre 5.000 espropri trattati in 15 anni di attività.
Qui trovi tutto cio che ti serve in tema di espropriazione per pubblica utilità.
Sei qui > Sezione: B.5 Scheda n 5 - Per l’INDICE GENERALE clicca qui
TI SERVE UN CONSIGLIO? E' Gratuito!
Informaci sul tuo caso cliccando qui:
Colloquio telefonico gratuito
Poi chiamaci ai seguenti numeri:
06.91.65.04.018 340.95.85.515
Sezione B.5

I Problemi Fiscali

a nostra esperienza ci dice che gli espropriati spesso sottovalutano i problemi fiscali. E' un grave errore.
1 – I Problemi Fiscali

– COSA TROVATE QUI –Abbiamo deciso di dedicare uno spazio autonomo ai problemi fiscali (già trattati in altre pagine del Sito) per richiamare l’attenzione degli espropriati su tali problemi e metterne in evidenza l’importanza ed i danni che possono derivare da una loro sottovalutazione.La nostra esperienza ci dice che gli espropriati spesso sottovalutano i problemi fiscali.

E’ un grave errore.

Per vedere le conseguenze leggi con attenzione questa pagina.

I problemi Fiscali  possono essere di due tipi.


A Primo tipo, il più conosciuto.

L’espropriato subisce una detrazione indebita.

Avviene spesso che l’Ente offra ad es, 100 all’espropriato; l’espropriato accetta ben volentieri e comunica la sua accettazione all’Ente (o lascia decorrere il termine per opporsi).

Al momento del pagamento, l’Ente pretende di pagare 80 e non 100, come prima comunicato operando “a sorpresa” una ritenuta fiscale del 20% anche nei casi in cui non è dovuta.

Si consiglia agli espropriati, prima di accettare l’indennità, di accertare puntualmente con l’Amministrazione, quale sarà il trattamento da applicare a quella specifica indennità, per evitare di doversi poi sobbarcare un lungo e costoso contenzioso tributario per il recupero delle somme indebitamente trattenute.

Secondo tipo, il meno conosciuto (ed il più pericoloso).

Avviene anche spesso che l’espropriato stipuli un atto di vendita del bene in alternativaalla procedura espropriativa, senza porre la dovuta attenzione ai problemi fiscali.

ATTENZIONE

l’Agenzia delle Entrate, dopo qualche anno, bussa alla sua porta.

Ed in questo caso, un eventuale contenzioso fiscale ha scarse probabilità di successo.


Per capire quanto è importante dedicare la dovuta attenzione al problema fiscale guardate la mail di un espropriato (inviata all’ADUC, un’associazione diversa dalla nostra, che si occupa di problemi diversi) per un problema con l’Agenzia delle Entrate. L’espropriato aveva sottoscritto un accordo bonario senza le dovute precauzioni e, purtroppo, ne ha subito le conseguenze; per vedere la mail originale cliccate qui sotto: sosonline.aduc.it/lettera/esproprio+terreno+gravi+conseguenze

2 – L’assistenza fiscale
– COSA TROVATE QUI –
Qui illustriamo uno strumento consigliato per evitare indebite ritenute fiscali quando l’espropriato incassa l’indennità: l’assistenza fiscale.

COME RICHIEDERLA:

MODALITA’ 1: Se l’espropriato non ha un fiscalista che lo assiste

L’Associazione può segnalargli un fiscalista competente nella materia.

MODALITA’ 2: Se l’espropriato ha già un fiscalista che lo assiste

L’Associazione può offrire ai fiscalisti che già assistono l’espropriato l’opportunità di un confronto di idee.

Ciò, ovviamente, se essi sono aperti al confronto; tutti i soggetti che operano con l’Associazione, infatti, sono impegnati al rispetto delle norme deontologiche di correttezza e lealtà che presuppongono, per un loro intervento, il consenso del difensore già incaricato.

COSTI
Per l’assistenza fiscale, l’espropriato potrà concordare il compenso prima di affidare l’incarico; il compenso sarà concordato in base all’importanza del caso ed all’attività da svolgere.

NOTA IMPORTANTE
Si ricorda agli espropriati che le somme liquidate in seguito a condanna della Corte Europea sono esenti da imposta e che l’indennità corrisposta per l’espropriazione di alcune tipologie di aree edificabili non è soggetta a ritenuta; vedasi a tal fine quanto illustrato nella relativa scheda di questo Sito.

A CHI RIVOLGERSI
Si raccomanda agli espropriati di farsi sempre assistere da un consulente, anche quando intendono accettare l’indennità offerta.

Se l’espropriato vuol sapere se uno dei Professionisti aderenti all’Associazione è disposto ad assisterlo, l’espropriato può farne richiesta tramite il Colloquio Telefonico Gratuito
Avrà, anche in caso negativo, una risposta entro 48 ore.

A chi rivolgersi e i costi dell'assistenza

Il Diritto dell'Espropriazione è una materia molto complessa e poco conosciuta, che "ingloba" parti importanti di molteplici rami del diritto. Per tutelarsi è quindi essenziale farsi assistere da un Professionista (con il quale si consiglia di concordare in anticipo i costi da sostenere, come ormai consentito dalle leggi in vigore).


SE L'ESPROPRIATO
ha già un Professionista di sua fiducia
Per capire come funziona la procedura, quando intervenire e i costi da sostenere, si consiglia di consultare la Sezione B.6 - Come tutelarsi e i Costi da sostenere in TRE Passi.

SE L'ESPROPRIATO
vuol richiedere assistenza a un Professionista dell'Associazione
  • La consulenza iniziale, con esame di atti e consigli, è sempre gratuita
           - Per richiederla cliccate qui: Colloquio telefonico gratuito
  • Un'eventuale successiva assistenza, se richiesta, è da concordare
           - Con accordo SCRITTO che garantisce l'espropriato
           - Con pagamento POSTICIPATO (si paga con i soldi che si ottengono dall'Amministrazione)
           - Col criterio: SE NON OTTIENI NON PAGHI

Per maggiori dettagli si veda la pagina 20 del nostro Vademecum gratuito.


La data dell'ultimo controllo di validità dei testi è la seguente: 24/07/2024
La data dell'ultimo controllo di validità dei testi è la seguente: 24/07/2024