...

A.N.P.T.ES.  Associazione Nazionale Per la Tutela degli Espropriati

GLI AUTORI DEI TESTI - I RESPONSABILI - LA STRUTTURA SUL TERRITORIO:

Direttore Scientifico: Giuseppe Barone: Professore Ordinario di Diritto Pubblico nelle Universita'..

Responsabile Legale: Giuseppe Gennaro: Cassazionista, autore di 4 volumi in tema di Diritto...

Comitato Scientifico: Ha il compito di contribuire a dare soluzioni giuridiche  ...SEGUE...

Indice Generale: HOME      Telefoni - Fax - Indirizzi:  CONTATTI

Gli oltre 200 Referenti Territoriali in tutta Italia: REGIONI E PROVINCE  

  Segreteria Centralizzata
   TEL: 06.91.65.04.018
FAX: 02.39.19.55.54
Lunedì/Venerdì ore 9 - 13  /
 14 -
18  

TI SERVE UN CONSIGLIO ?
E' Gratuito !

 Invia una mail e telefonaci. Clicca qui:

COLLOQUIO TELEFONICO GRATUITO >

  TI SERVE ASSISTENZA ?
Vedi cosa fare e come
non sprecare tempo e denaro

Clicca qui:  VADEMECUM GRATUITO

   

ATTENZIONE: Sei nel vecchio Sito - Per andare al nuovo Sito clicca qui NUOVO SITO >>>

LO SCOPO DI QUESTA PAGINA

  QUI TROVATE:

-

CONSIGLI AGLI ESPROPRIATI CHE INTENDONO OPERARE AUTONOMAMENTE

-

E RAFFRONTO CON LE MODALITA' OPERATIVE DELL'ASSOCIAZIONE

Lo scopo di questa pagina è quello di dare utili suggerimenti agli espropriati tramite un raffronto con il modo di operare dell'Associazione.
A tal fine:
- nella colonna a sinistra,  si  danno consigli agli espropriati che intendono operare senza l’intervento dell’Associazione;
- nella colonna destra, si descrive il modello operativo dell'Associazione.

1 COME CERCARE DI EVITARE IL CONTENZIOSO

CONSIGLI AGLI ESPROPRIATI CHE INTENDONO
OPERARE AUTONOMAMENTE

RAFFRONTO CON LE MODALITA'
OPERATIVE DELL'ASSOCIAZIONE

Consigli agli espropriati che non si rivolgono all’Associazione.
 

Si consiglia agli espropriati di cercare di evitare, per quanto possibile, il contenzioso e di trattare con l’Amministrazione in modo qualificato.

Trattare in modo qualificato significa

1  produrre all’Amministrazione norme e sentenze su cui si
   fondano le ragioni dell’espropriato,
2 evidenziare i rischi che l’Amministrazione corre se non
   accoglie le sue giuste ragioni. (Un esempio: i maggiori
   oneri a carico dell’Amministrazione per le condanne della
   CEDU alla luce delle norme vigenti dal 1° gennaio 2007
   con conseguente responsabilità amministrativa dei funzionari).

 

Se l’Amministrazione rimane sorda e la posta in gioco è importante, l’espropriato non deve temere di ricorrere al contenzioso: la CEDU è dalla sua parte; egli potrà rivolgersi ad un consulente (che abbia esperienza in tema di CEDU), concordando anticipatamente i costi; in questo caso potrà anche incassare l’indennità provvisoria (in acconto) in modo da non dover anticipare nessuna somma. 

Come opera l’Associazione con gli espropriati che ad essa si rivolgono

 

1 L’Associazione tende, per quanto possibile, ad evitare il contenzioso giudiziale, operando per far ottenere all’espropriato quanto gli spetta senza ricorrere al contenzioso
 
A tal fine viene inoltrato all'Amministrazione un documento

denominato DAP , illustrato in questo link 
IL DAP - PER OSSERVARE E/O PER OPPORSI
in cui vengono illustrati i diritti dell'espropriato alla luce di norme e sentenze Italiane ed Europee e vengono evidenziati  i rischi che l'Amministrazione  corre con il contenzioso dinnanzi alla Corte Europea.

  

2 Ma, se è necessario e l’espropriato lo richiede, l’Associazione lo affianca per agire in ogni sede, compresa la Corte Europea, facendogli prima incassare prima, in acconto, l’indennità provvisoria.

 

3 Se l’ Espropriato ha già un consulente che lo assiste,  può offrire ai consulenti che già assistono l'espropriato l'opportunità di un confronto di idee, con particolare riferimento alle  norme CEDU. Ciò, ovviamente, se essi sono d’accordo ed aperti al confronto.

 

4 Se l’espropriato non ha un consulente che lo assiste, può accertare se qualcuno dei suoi Consulenti Fiduciari è disponibile ad occuparsi del caso.

5 Interviene a sostegno dell’espropriato per dare maggior forza alle sue ragioni.

 

2 COME CURARE LA QUALITA’ DELL’ASSISTENZA

CONSIGLI AGLI ESPROPRIATI CHE INTENDONO
OPERARE AUTONOMAMENTE

RAFFRONTO CON LE MODALITA'
OPERATIVE DELL'ASSOCIAZIONE

Consigli agli espropriati che non si rivolgono all’Associazione.

L’errore più frequente che commettono gli espropriati è quello di non farsi assistere da un consulente che conosca il Diritto dell'Espropriazione e le norme europee (CEDU) fin dalle prime fasi del procedimento.

Per trattare la materia dell’ applicazione delle norme in materia di espropriazione, comprese quelle CEDU, l’espropriato deve sempre farsi consigliare da un consulente che conosca il Diritto dell'Espropriazione e le norme europee;


e ciò anche quando l'espropriato intende trattare per  raggiungere un accordo con l'Amministrazione senza fare ricorso al contenzioso.

Quando l'espropriato è assistito da un tecnico, è sempre consigliabile metterlo in contatto con un giurista che conosca le norme e la giurisprudenza europee.

Come opera l’Associazione con gli espropriati che ad essa si rivolgono
 

L'Associazione, nelle sue esperienze, ha incontrato pochi giuristi che conoscono a fondo il Diritto dell’Espropriazione  le norme e la giurisprudenza CEDU.

E ciò, anche se esercitano ottimamente la loro attività in altri rami del diritto, diversi dall'espropriazione.

Essa, pertanto, per coordinare l’assistenza agli espropriati, ha adottato il seguente modello operativo:

 Ricerca su tutto il territorio nazionale Consulenti che devono essere regolarmente iscritti agli Albi Professionali e dichiarare il loro livello di conoscenza del Diritto dell'Espropriazione e delle norme CEDU. (Sono denominati Referenti Territoriali - Avvocati e Tecnici )

- Assegna compiti informativi e di coordinamento a quelli che hanno riportato significativi successi in materia di espropriazione o che vantano un'approfondita conoscenza della materia.
(Sono denominati Avvocati Fiduciari Specialisti)
 
- Mette a disposizione dei Consulenti tutto il patrimonio di conoscenze di cui essa dispone. e li impegna a coordinarsi con il patrimonio di conoscenze  di cui dispongono l’Associazione ed altri Consulenti Fiduciari.

 

3 COME GESTIRE I COSTI DELL’ASSISTENZA

CONSIGLI AGLI ESPROPRIATI CHE INTENDONO
OPERARE AUTONOMAMENTE

RAFFRONTO CON LE MODALITA'
OPERATIVE DELL'ASSOCIAZIONE


Consigli agli espropriati che non si rivolgono all’Associazione.


Si consiglia agli espropriati di concordare anticipatamente e per iscritto i costi dell’assistenza, sia che si tratti di assistenza durante le trattative o di assistenza in giudizio.

E’ bene sapere che le norme di legge consentono anche di pattuire, se il consulente è d’accordo, un compenso legato all'esito dell’attività svolta.

Come opera l’Associazione con gli espropriati che ad essa si rivolgono

L’Associazione

- Offre agli espropriati l'opportunità di avere un contatto con un giurista in modo assolutamente gratuito; in questo modo l’espropriato potrà valutare, senza alcun costo, se e come può far valere i suoi diritti.

- Impegna tutti i Consulenti ad applicare regole di comportamento e tariffe concordate con l’espropriato e controllate dall’Associazione; l’espropriato, quindi, ha l'Associazione sempre al suo fianco anche per gestire i costi dell'assistenza.
 

TORNA SU
 

PER TORNARE ALL'INIZIO DI QUESTA PAGINA CLICCA QUI: TORNA SU

PER ANDARE ALL'INDICE GENERALE DEL SITO 1 CLICCA QUI: INDICE DEL SITO 1

 

RACCOMANDAZIONE

Il Diritto dell'Espropriazione è una materia estremamente complessa e poco conosciuta; l'Associazione, tramite questo Sito, cerca di illustrarla a tutti gli espropriati, affinché possano comprendere e controllare ciò che avviene.

Si raccomanda però agli espropriati di farsi sempre seguire da un Giurista che conosca il Diritto dell'Espropriazione e le norme CEDU.

  • Se l'espropriato ha già un Giurista di sua fiducia: il nostro Sito e la nostra Banca Dati delle Sentenze in italiano sono gratuitamente a disposizione.

  • Se l'espropriato non ha un Giurista di sua fiducia, può chiedere all'Associazione di verificare se è disponibile uno dei suoi Giuristi Fiduciari e può anche chiedere spiegazioni sulle norme vigenti cliccando qui: Colloquio telefonico gratuito 

APPENDICE - PER RICERCHE MIRATE E FACILITATE

Il sito www.anptes.org, disponibile gratuitamente e costantemente aggiornato, contiene una grande quantità di testi (per avere un'idea, si consideri che, se fossero stampati, occuperebbero oltre 5.000 pagine); per consultarlo in modo approfondito occorre tempo e competenza.
Per facilitare la ricerca degli argomenti di maggiore interesse a chi ha fretta o poca conoscenza della materia o ha un problema di facile soluzione abbiamo predisposto qui di seguito 20 brevi percorsi guidati ad alcune pagine del Sito.

SE LA VOSTRA ESIGENZA E ' :

CLICCATE QUI :

1 Chiedere spiegazioni sulle norme vigenti in tema di espropri parlando telefonicamente e gratuitamente con un Giurista dell'Associazione. Colloquio telefonico gratuito
2 Evitare gli errori (gravi e frequenti) che commettono gli espropriati 
- firmando qualcosa
- o rimanendo inattivi
Le " TRAPPOLE " da evitare
3

-

Prevenire l'esproprio  e/o

-

Opporvi all'esproprio (senza contenzioso) e/o

-

Avere il giusto indennizzo (senza contenzioso) e/o

-

Supportare un contenzioso già avviato.
Osservazioni e opposizioni: il DAP
4 Saper valutare le informazioni in tema di espropri che acquisite sui  libri o tramite internet o tramite un consulente. Valutare le informazioni
5 Accettare l'indennità di espropriazione  che vi offrono, ma garantirvi che vi venga corrisposta nei tempi stabiliti e senza ritardi o detrazioni inattese. L'espropriato accetta e l'Ente non paga
6 Sapere come si calcola l'indennità di espropriazione per pubblica utilità con le norme italiane. Controlla la tua indennità
7 Sapere come si calcola l'indennità di espropriazione per pubblica utilità con le norme europee. La CEDU "moltiplica " l'indennità
8 Sapere come coordinare le norme italiane e le norme europee in tema di espropriazione per pubblica utilità al fine di tutelare i propri diritti. Come coordinare norme italiane e CEDU
9 Scoprire illegittimità nel vostro procedimento espropriativo. Scopri illegittimità nel procedimento
10 Consultare leggi in materia di espropri per pubblica utilità da noi costantemente aggiornate. Il DPR 2001/327 sempre aggiornato
11

-

Conoscere i limiti delle sentenze dei Giudici Italiani e  

-

Ripercorrere l'evolversi della Giurisprudenza italiana negli ultimi anni su temi connessi all'espropriazione per pubblica utilità.
Sentenze italiane interessanti
12 Consultare ALCUNE Sentenze europee in tema di espropriazione per pubblica utilità da noi tradotte e messe in evidenza per chi ha fretta. Alcune Sentenze CEDU in evidenza
13 Consultare TUTTE le Sentenze europee in tema di espropriazione per pubblica utilità da noi tradotte e organizzate in una Banca Dati gratuita per chi vuole effettuare ricerche accurate. Tutte le Sentenze CEDU tradotte
14 Vedere principi sanciti dai Giudici Italiani ed Europei su iniziativa dei nostri Fiduciari.

Alcuni risultati dei nostri Fiduciari

15 Avere consigli su come operare se siete costretti a ricorrere al contenzioso. L'eventuale contenzioso
16 Conoscere gli strumenti per i Professionisti, Avvocati,Tecnici, ecc... che intendono:
- approfondire la materia 
e/o
- chiedere o offrire collaborazione.
Informazioni per i Professionisti
17 Avere notizie sull'Associazione: Le Persone, gli Strumenti, la Struttura, il Modo di operare ecc.. Fini - Persone - Strumenti - Struttura
18 Conoscere le Regioni e le Province degli espropriati che si sono rivolti all'Associazione. I nostri interventi: Regioni e Province
19 Conoscere i nostri recapiti, telefoni, fax,
indirizzi, dati fiscali, ecc...
CONTATTI E RECAPITI
20 Accedere all'indice generale ed alle mappe di questo SITO 1 - PER GLI ESPROPRIATI INDICE GENERALE - HOME

COME USARE GLI ALTRI  4  SITI DELL'ASSOCIAZIONE

Per approfondire la materia e per scrivere atti IN TEMA DI ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA'

SITO 2 -
PER GLI SPECIALISTI 

PER CONSULTARE tutte le Sentenze Europee IN TEMA DI ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA' da noi tradotte e organizzate in un db proprietario

SITO 3 -
LA NOSTRA BANCA DATI

Per l'operatività dei Referenti Territoriali

SITO 4 -
PER I REFERENTI

Per  studiare il Diritto dell'Espropriazione per pubblica utilità  

SITO 5 -
PER GLI STUDENTI

 
Diritti d’autore I testi contenuti in tutti i siti dell'Associazione, anche se vengono offerti gratuitamente a tutti gli utenti, sono frutto di un lavoro di ricostruzione, elaborazione e traduzione di norme e sentenze e sono tutelati dalla legge sul diritto d’autore (Legge 633/1941 e.s.m.). Il diritto d'autore, infatti, non ha solo un contenuto patrimoniale, ma ha anche un contenuto morale. La riproduzione ed ogni altra forma di diffusione al pubblico dei predetti testi, anche in parte, in difetto di autorizzazione dell'autore, è punita con sanzioni penali a norma degli articoli 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis, 174-ter e 174-quater della menzionata Legge
Disclaimer.
I contenuti del sito, offerti gratuitamente, sono redatti con la massima diligenza e sono sottoposti ad un accurato controllo editoriale. L'Associazione ed i soggetti che per essa operano, tuttavia, declinano ogni responsabilità, diretta e indiretta, nei confronti degli utenti e in generale di qualsiasi terzo, per eventuali ritardi, imprecisioni, errori, omissioni,
danni (diretti, indiretti, conseguenti o comunque punibili o sanzionabili)  derivanti dai suddetti contenuti. Le informazioni fruibili in internet, peraltro, non sono documenti ufficiali e possono spesso contenere errori o essere manipolate da pirati informatici.
Se dovete produrre atti ufficiali dovete quindi utilizzare documenti ufficiali.
PER TORNARE ALL'INIZIO DI QUESTA PAGINA CLICCA QUI: TORNA SU
-