Per sostenere l'Associazione con un contributo - A.N.P.T.ES.
A.N.P.T.ES. Associazione Nazionale per la Tutela degli Espropriati. Oltre 5.000 espropri trattati in 15 anni di attività.
Qui trovi tutto cio che ti serve in tema di espropriazione per pubblica utilità.
Sei qui > Sezione: C.5 Scheda n 5 - Per l’INDICE GENERALE clicca qui
TI SERVE UN CONSIGLIO? E' Gratuito!
Informaci sul tuo caso cliccando qui:
Colloquio telefonico gratuito
Poi chiamaci ai seguenti numeri:
06.91.65.04.018 340.95.85.515
Sezione C.5

Per sostenere l’Associazione con un contributo

L'Associazione non richiede il versamento di contributi obbligatori ai soggetti che beneficiano della sua attività.
L'espropriato è pertanto libero di versare un contributo volontario per sostenerla, se ritiene utile l'attività didattica-informativa che essa svolge. Il contributo non è obbligatorio.

Indice Sezione C.5

Questa è la Sezione  C.5 Per l’INDICE GENERALE cliccate qui: HOME

1 – NOTA
Perché sostenere l’Associazione con un contributo?
Voi oggi potete usufruire gratuitamente delle informazioni contenute nel Sito, grazie ai contributi liberi e volontari.
Se volete che il Sito continui ad essere disponibile per altri cittadini, o per voi stessi in futuro, potete sostenere l’Associazione versando un contributo.
L’Associazione, infatti, ha effettuato una precisa scelta di campo, senza equivoci o possibili commistioni.
Essa studia ed opera esclusivamente per gli espropriati e non per gli Enti Pubblici.
E’ questa, una scelta ideale e morale, volta a:
– tutelare i diritti dei cittadini che possiedono un bene, frutto del loro lavoro o di quello dei  loro genitori, per evitare che ne siano privati illegittimamente o senza una giusta  remunerazione
– reagire con forza – senza timore di perdere incarichi o contributi – all’arroganza di molte  Amministrazioni, che trattano gli espropriati come “sudditi”, utilizzando a loro favore la scarsa conoscenza che i cittadini hanno del Diritto dell’Espropriazione.
Per questo l’Associazione non  presta servizi agli Enti Pubblici.
Essa, quindi, si sostiene esclusivamente:
– con contributi privati, (liberi e volontari) di soggetti che ne apprezzano l’attività
– con donazioni, (libere e volontarie), di espropriati che hanno tratto beneficio dalle  informazioni che essa diffonde gratuitamente.
2 – Chi vuole versare un contributo può utilizzare i dati che seguono

ONLINE CON CARTA DI CREDITO
Cliccando su “Paga adesso” puoi scegliere di pagare con PayPal o, se non hai account PayPal, con carta di credito o prepagata appartenenti ai circuiti MasterCard, Maestro, Visa, Visa Electron, American Express, Aura, Discover.
 

CON BONIFICO BANCARIO
Intestazione: ANPTES – Associazione Nazionale Per la Tutela degli Espropriati
Causale: Contributo volontario
Autore del versamento: Il suo nome e cognome
Codice IBAN: IT66 X 05034 16907 000000003899
Codice BIC/SWIFT: BAPPIT21P97

CON BOLLETTINO C/C POSTALE
Intestazione: ANPTES – Associazione Nazionale Per la Tutela degli Espropriati
Causale: Contributo volontario
Autore del versamento: Il suo nome e cognome
N. Conto: 001023877788

A chi rivolgersi e i costi dell'assistenza

Il Diritto dell'Espropriazione è una materia molto complessa e poco conosciuta, che "ingloba" parti importanti di molteplici rami del diritto. Per tutelarsi è quindi essenziale farsi assistere da un Professionista (con il quale si consiglia di concordare in anticipo i costi da sostenere, come ormai consentito dalle leggi in vigore).


SE L'ESPROPRIATO
ha già un Professionista di sua fiducia
Per capire come funziona la procedura, quando intervenire e i costi da sostenere, si consiglia di consultare la Sezione B.6 - Come tutelarsi e i Costi da sostenere in TRE Passi.

SE L'ESPROPRIATO
vuol richiedere assistenza a un Professionista dell'Associazione
  • La consulenza iniziale, con esame di atti e consigli, è sempre gratuita
           - Per richiederla cliccate qui: Colloquio telefonico gratuito
  • Un'eventuale successiva assistenza, se richiesta, è da concordare
           - Con accordo SCRITTO che garantisce l'espropriato
           - Con pagamento POSTICIPATO (si paga con i soldi che si ottengono dall'Amministrazione)
           - Col criterio: SE NON OTTIENI NON PAGHI

Per maggiori dettagli si veda la pagina 20 del nostro Vademecum gratuito.


La data dell'ultimo controllo di validità dei testi è la seguente: 13 Marzo 2024