ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA'
QUANDO UTILIZZARE IL DAP

Diritti

A.N.P.T.ES.  Associazione Nazionale Per la Tutela degli Espropriati  Sito 1

I NOSTRI 5 SITI A DIFESA DEGLI ESPROPRIATI:

QUESTO E' IL SITO 1 -  PER GLI ESPROPRIATI   

Per sapere come reagire all'espropriazione per pubblica utilità

GLI AUTORI DEI TESTI - I RESPONSABILI - LA STRUTTURA  Autori - Fini - Struttura

INDICE GENERALE: HOME   TELEFONI - FAX - INDIRIZZI:  CONTATTI  

OLTRE 200 REFERENTI TERRITORIALI  ITALIA: REGIONI E PROVINCE

SITO 1 - PER GLI ESPROPRIATI <  Sei qui

SITO 2 - PER SPECIALISTI - TESTI PRONTI

SITO 3 - LA NOSTRA BANCA DATI GRATUITA

SITO 4 - PER I REFERENTI TERRITORIALI

SITO 5 - PER GLI STUDENTI

.

  VUOI CHIAMARCI?
   06.91.65.04.018

Segreteria Centralizzata
 Lunedì/Venerdì ore 9 - 12  / 15 - 19  

TI SERVE UN CONSIGLIO?
E' Gratuito!

 Invia una mail e telefonaci. Clicca qui:

COLLOQUIO TELEFONICO GRATUITO

  HAI FRETTA?
Vedi cosa fare, come e quando.
Scarica il nostro Vademecum

Clicca qui:  VADEMECUM GRATUITO

.

Sei qui
     > Sito 1 - PER GLI ESPROPRIATI
     > Vai all'indice della sezione B.3 TUTELARSI E/O OPPORSI CON IL DAP 
  
  > VAI ALLA HOME 
 

10 - Situazioni in cui si deve utilizzare il DAP

Il DAP deve essere presentato IN TUTTE le situazioni in cui può trovarsi l’espropriato, sotto elencate a titolo esemplificativo.

SITUAZIONE A

Quando si ha notizia dell'esproprio anche se non c'e stata una formale notifica.

 

1

Se si vuole evitare l'esproprio, per sollecitare la valutazione di soluzioni alternative.

 

2

In ogni caso , per far determinare correttamente l'indennità provvisoria e non esser costretti a rifiutarla.

 

3

Per cercare di evitare che l’Amministrazione consolidi autonomamente le sue decisioni.

 

4

Per cercare di evitare che venga posto in essere un atto illegittimo (invece di attendere che l'atto venga posto in essere e poi cercare di farlo ritirare o annullare).

 

5

Per intervenire anche nella fase progettuale dell'opera; spesso, infatti, i progetti non prevedono somme adeguate per gli espropri e le Amministrazioni offrono agli espropriati indennità "ridicole", costringendoli a far ricorso ai Giudici.

SITUAZIONE B

Dopo aver ricevuto una comunicazione ufficiale.

 

6

Per svincolare l'indennità provvisoria (offerta e rifiutata) ed incassarla "in acconto" salvo conguaglio.

 

7

Per far determinare correttamente l'indennità definitiva.

 

8

Per far provvedere l'Amministrazione ad un ritiro in autotutela.

 

9

Per supportare la Terna Arbitrale, se istituita, o la Commissione Provinciale espropri, se non è istituita la Terna Arbitrale.

 

10

Per eventuali esposti alla Corte dei Conti.

SITUAZIONE C

Prima di accettare l'indennità.

 

11

Per garantirsi che l'indennità offerta ed accettata venga effettivamente corrisposta nei tempi e nei modi stabiliti ( ed evitare le situazioni in cui l'Ente promette e poi non paga - vedasi la Seziona A1- Le Trappole da evitare).

SITUAZIONE D

Quando si vuole andare (o si è già andati) in giudizio.

 

12

Per utilizzarne il contenuto nelle varie fasi di un eventuale contenzioso già avviato o da avviare.